About us

Dalla seconda guerra mondiale al ventunesimo secolo

Arturo Ferrarin

La storia

Ha una lunghissima tradizione: al momento dell’entrata in guerra nel primo conflitto mondiale rappresentava, con Asiago, una delle due maggiori basi dell’Aviazione Italiana, per evidenti ragioni di vicinanza alla linea del fronte Pasubio – Altipiani di Folgaria ed Asiago.

Al momento dell’offensiva austriaca del maggio 1916, che portò l’esercito imperiale a conquistare la piana di Asiago, quell’aeroporto, rappresentò per alcune settimane la base italiana principale, da cui decollavano i caccia e gli osservatori che parteciparono alla riuscita resistenza del nostro esercito ed alla controffensiva del giugno/luglio.

Sgomberato nell’estate del ’16 perché raggiunto dai tiri a lunga gittata delle artiglierie pesanti austriache venne poi utilizzato a fasi alterne fino alla fine del conflitto dall’Aeronautica Italiana e dalla Royal Air Force, e poi dismesso.

Durante la II guerra mondiale, nel luglio del 1943, fu riaperto ad uso “striscia di atterraggio” di emergenza per i reparti da bombardamento della Regia Aeronautica di stanza sul vicino aeroporto militare di Vicenza, presto sostituiti da reparti di cacciatori della Luftwaffe e della Aviazione Nazionale Reppublicana.

Nell’area parallela al vecchio sedime aeroportuale militare thienese venne ufficialmente inaugurato ed aperto al traffico locale il 4 ottobre 1970 il nuovo aeroporto civile. Nell’aeroporto cominciò ad operare l’AeroClub di Vicenza con attività di volo a vela, per le quali si prestava meglio Thiene, limitrofo ai primi contrafforti dell’ altopiano di Asiago.

cit. www.aeroclub.it

 

L’aeroporto oggi

E’ un aeroporto «all’avanguardia da un punto di vista sia funzionale sia estetico». A dirlo sono stati i numerosi visitatori degli ultimi anni.

Centro indiscusso per quanto riguarda le attività e gli sport concerni il volo: dal paracadutismo al volo con gli elicotteri, passando per una entusiasmante esperienza del volo acrobatico.

Nonchè, sede per la protezione civile, l’aeroporto di Thiene, infatti, può ospitare i mezzi aerei antincendio della Protezione Civile. Un ruolo nevralgico, non solamente per Vicenza, ma per tutto il bacino del Veneto in caso di necessità.

E’ situato ad Nord di Vicenza a 10km dal centro ed è collegato con il centro da autobus e taxi.

Attualmente gestito dalla società Aeroporto di Thiene srl che negli anni ha saputo valorizzare e incrementare sia le strutture che le attività, trasformando un piccolo aeroporto turistico in un centro strutturato e organizzato nel quale coltivare le proprie passioni in tutta tranquillità e sicurezza.